domenica 5 luglio 2009

AIL LUCCA. Schiaccia la malattia! 2009

Dopo le avventure del 2003, del 2004 , del 2005 e del 2007 e 2008 siamo stati chiamati, sabato 4 Luglio, a presentare anche questa 7^ edizione di "COGLI AL VOLO L'OCCASIONE. SCHIACCIA LA MALATTIA" una giornata di sport davvero simpatica ed importante. Il primo aggettivo lo merita senz'altro il nome della giornata: "Cogli al volo l'occasione! Schiaccia la malattia!"; il secondo la finalità: contribuire ancora fino a che la leucemia non sarà definitivamente sconfitta.





Infatti, come nelle precedenti edizioni, l'incasso è stato devoluto a favore di "AIL LUCCA ONLUS" (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale).
Un appuntamento molto desiderato e concretizzato da Massimo Contenti che fino al momento della sua scomparsa è stato segretario dell'Ass.ne.
Al termine della giornata sportiva, che anche quest'anno si è tenuta in P.za Umberto a LIDO DI CAMAIORE (LU), prima delle consuete premiazioni, è stato osservato un minuto di silenzio per condividere il dolore di tanto quanto accaduto a pochi km di distanza.
Non sono mancate le sorprese come negli appuntamenti precedenti che hanno visto la presenza di personaggi del calibro di Andrea Zorzi (2003) e Pierluigi Collina (edizione 2004) oltre al ricco e assortito buffet per tutti i partecipanti.
Per richiedere le foto (sotto quelle della scorsa edizione) inviare una mail qui.





Altre foto su Facebook.


ARCHIVIO
6 marzo 2003 "A night experience"
14/15 giugno 2003 "AIL...Schiaccia la malattia!"
21 dicembre 2003 Teatro del Giglio (LU) - "KATACLO'"
10 luglio 2004 "AIL...Schiaccia la malattia! 2"
11 novembre 2004 Teatro Politeama (Viareggio - LU) - "KATACLO'"
2 luglio 2005 "AIL ... Schiaccia la Malattia 3"
7 luglio 2007 "INSIEME SI PUO'"
28 giugno 2008 "AIL...Schiaccia la Malattia"

STEVEBi

Lumi d'arte all'Antichità Carli.

I lumi d'arte dell'artigiano designer Claudio Palamidessi, noto parruchiere per signora della nostra città, sono in esposizione presso le "Antichità Carli" di Maria Grazia Carli, al civico 54 di via del Battistero, meglio conosciuta come la "via degli antiquari", in pieno centro storico.

Nell'ambiente severo e aristocratico che tanto riflette il carattere del fondatore della galleria, Costantino Carli, le lampade di Claudio Palamidessi impongono la loro scultorea presenza fisica, dotate di carattere e personalità propri.

Sulla scia di quanto detto e pensato dal mitico Gio Ponti, Palamidessi crede che ogni oggetto, pur essendo sempre funzionale (le funzioni del mobile e del soprammobile sono varie e fra esse anche quella del piacere estetico) deve interessare la fantasia sia di chi lo crea sia di chi lo guarda.

Assemblati con radici, arbusti, straccali marini consunti dalla salsedine, dalla sabbia, dal moto ondoso e levigante, questi lumi d'arte, per la loro suggestiva presenza fisica, s'impongono come vere e proprie sculture del mare. Queste lampade marine sono vere e proprie opere d’arte, concepite e nate per divenire concetti di luce, che riflettono il pensare del loro creatore. Legate alle sensazioni dell'acqua, queste creazioni sono frutto della “collaborazione artistica” fra Claudio e il mare: impossibile non pensare a ciò, guardando la luce che proviene da questi manufatti straordinari.

Nati da un delicato lavoro, nonostante l’intervento del tocco artigianale, essi continuano a risultare naturali nella loro forma finale. Costruire una lampada solo perché debba illuminare un certo ambiente ha ben poco senso: per Claudio è un modo di esprimersi, di emozionare, di difendere l'aureo rapporto con la materialità delle cose.

www.claudiopalamidessi.com