giovedì 5 settembre 2013

SOUNDBOOK Vol.XXXX

Ed eccoci così arrivati anche all'ultimo Vol. dedicato alle hits del 1987. Se Ve ne siete persi uno, 'Call me' (Spagna) e Vi spiegherò come fare a recuperarlo.

Per ciascuno di questi brani vi è 'Somewhere In My Heart' (Aztec Camera) o perlomeno in quello di chi Vi scrive, un posticino riservato ormai a queste songs che nessuno e niente riuscirà a modificare.
Nemmeno eventuali 'Little Lies' (Fleetwood Mac) di una 'Ordinary Girl' (Alison Moyet) alla quale potremmo rispondere con una delle hits di quell'anno firmata da Den Harrow ('Don't break my heart ').
Oppure dirle 'Brava Giulia' (Vasco Rossi): in 'The Night U Murdered Love' (ABC) proprio 'Just Around The Corner' (Cock Robin) siamo riusciti a trovare 'The Right thing' (Simply Red), la persona giusta, la soluzione giiusta.

Quindi non saremo più 'Alone' (Heart) e non dovremo più pensare (cantare) 'I still haven't found what I'm looking for' ( U2).

Come abbiamo fatto?!
Semplice.
Unendoci alla 'Caravan Of Love' ed amando sempre 'Immensamente'(Umberto Tozzi) seguendo quello che da molti anni pensiamo e diciamo: insomma è per noi una 'True faith' (New Order).
Caro amore, 'You win again' (The Bee Gees), come 'Always' (Atlantic Starr).
Una cosa, un concetto questo che 'The More U Live' (A Flock of Seagulls) più impari.
Quindi anche 'Never Be The Same' (Breakfast Club), per favore 'Keep me in mind' (Boy George) e di queste nostre parole.
Anche se, è vero, il sentimento, la musica da sempre esprimono 'More Than Words Can Say' (Mel and Kim).





Stefano Barsotti