giovedì 25 settembre 2014

SOUNDBOOK Replay 1987 - 3


Questo Vol. di Soundbook andò in onda il 18 Luglio 2011 (sotto la foto della scaletta pubblicata all'interno dell'articolo relativo). Ecco perchè iniziammo scrivendo che era ...

...bello parlare d'amore nel bel mezzo dell'estate... è proprio il caso di dirlo dai,  'Bella d'estate' (Mango) magari riferendoci non solo alla 'Farfallina' di Luca Carboni ma anche a quella di ciascuno di noi.
E se siete tristi, possiamo giocare allora con la song dei Blow Monkeys che suggeriva che 'It Doesn'T Have 2 Be This Way'.
In fondo anche se gli/le avevi chiesto 'Never let me down again' (Depeche Mode) è successo ancora!
Ed allora visto che sembra impossible 'Vivere Una Favola' (Vasco Rossi) cerchiamo di vivere bene anche 'The Final countdown' (Europe) che potrebbe portarci a vivere 'La Notte dei pensieri' che nell'anno da noi sfogliato this week cantò proprio Michele Zarrillo.

Cercando di non cadere in un labirinto 'Where the streets have no name' (U2) e dove quella 'Nostalgia canaglia' (Al Bano e Romina Power) tenta ogni volta di rovinare ogni nostro 'Ordinary day' (Curiosity Killed the Cat).


Possiamo quindi dare il via ad una vera e propria 'rivoluzione'?! Perchè no! Magari 'All at once' (Whitney Houston) dicendogli/le: 'Non Ti Sopporto Più' (Zucchero) soprattutto 'Each time you break my heart' (Nick Kamen).
E' vero che fino ad ora ci siamo sempre detti che 'Siamo Una Cosa Sola' (Gianni Togni) ma considerando che la 'Faith' (George Michael) è a questo punto diminuita e che il 'Tunnel Of Love' (Bruce Springsteen) nel quale adesso ci sentiamo ci rende 'Weak In The Presence Of Beauty' (Alison Moyet), vediamo se riusciamo a dirgli/le 'Open your heart' (Madonna)... altrimenti 'It's' davvero 'a sin' (Pet Shop Boys).
Perchè ricordate che ... 'Love Changes Everything' (Climie Fisher)

Augurandoci che facciate anche per noi un bel 'Circle In The Sand' (Belinda Carlisle), inviamo un bel 'Itsy Bitsy Spider' (Carly Simon) a tutti con la speranza che possa farVi davvero da ninna nanna dopo una lunga e faticosa giornata di lavoro.



Stefano Barsotti