domenica 31 maggio 2015

ML DIARY S.464: 31 MAG - 06 GIU 2015

E' arrivato lo tzunami musicale estivo che tutti aspettavamo. O se non altro che era atteso visto il periodo di calma troppo lungo che stavamo vivendo.

Ed allora dopo una egemonia ecco il testa-coda: su 5 charts, 5 nuove songs e, è importante specificarlo, una diversa dall'altra.

Si apre così questa week n.23 che passerà alla storia come quella che ha dato il via ufficialmente alla gara tra le songs per aggiudicarsi un posto nella colonna sonora dell'estate 2015 (ma anche come quella che presenta il nostro nuovo 'Tormento'... leggi sotto).

Noi la vivremo e la descriveremo come sempre con precisione e dettaglio all'interno delle consuete rubriche settimanali che Vi parleranno non solo della suddetta n.23/2015 ma, in particolare, anche della medesima datata però 1987 e 1995. Ci riferiamo naturalmente alle 'STUDIO1', serie storica di nostre trasmissioni, andate in onda nel primo dei 2 anni appena ricordati su Radio Antenna Centro Città; questo ('in onda' ME 03 Giugno) sarà il.25esimo appuntamento, qui tutti i precedenti.

Ma anche a quella che sarà 148esima puntata di MusiclandOnTheWeb (LU 01 Giugno) che al suo interno, oltre a sottolineare le vette attuali USA, UK, ITA, EU e WORLD, evidenzia week after week anche tutte quelle di 20 years ago nelle zone geografiche appena ricordate. E, questa settimana, avrà anche l'onore di essere la prima ad ospitare quella che sarà la 6a proposta firmata DJSTEVEBi e Musicland, in una sola parola il 'Tormento' di Giugno 2015.

Da non dimenticare l'approfondimento di MA 02 Giugno con la "Charts of the week" così come quello do GIO 4 con il terzo Volume di 'SOUNDBOOK Replay' dedicato alle hits del 1982.

Stefano Barsotti

sabato 30 maggio 2015

Radio2 Lucca Summer Festival 2015 - OFFICIAL TEASER



giovedì 28 maggio 2015

SOUNDBOOK Replay 1982 - 2


Siamo ancora una volta nel 1982 e ci sarà davvero da divertirsi.

Andò in onda per la prima volta in versione audio Giovedì 09 Giugno 2011 su Radio 2000 mentre l'esordio di quella video avvenne il 13 Dicembre dell'anno successivo.

Nella mente dello speaker e conduttore della Musicland oltre che all'idea di trasformare da audio a video questi Volumi peraltro, come avete visto, già concretizzata, balenava l'idea di cambiarne anche il contenuto descrittivo inizialmente postato sia sul blog ufficiale che sulle pagine di GabbianoNews.Tv (in quel momento era nato da poco e limitato alla città delle Mura (LuccaNews.Tv).

Tra poche weeks scopriremo di nuovo di cosa si trattava e il successo che ottenne questa nuova edizione scritta, tanto da essere riproposta per un semestre dalle e sulle pagine di un prestigioso mensile...

In più internet, lo streaming ed i podcast, rispetto all'etere, permettevano così di avere 'videoascoltatori' 24 ore su 24.



Stefano Barsotti

mercoledì 27 maggio 2015

'STUDIO1' la colonna sonora della primavera 1987 e 2015 (24)

E' bello chiedersi ogni settimana che cosa ci sarà scritto nella scaletta originale del 1987. Anche perchè equivale a chiedersi quali saranno i ricordi  musicali che riaffioreranno questa volta.

E qui viene il bello: cioè la risposta. Che tutti possiamo leggere nell'immagine a fianco. Tanti titoli di altrettanti brani.

All'interno della prima rubrica ('Weekly News') troviamo quelle che oggi definiamo previsioni musicali (ci fa molto piacere leggere che non avevamo avuto fin da subito alcun dubbio sui Living In A Box e il loro omonimo 45 giri di esordio).

Tra le tante novità settimanali a disposizione, di volta in volta sceglievamo quelle che secondo noi avevano più carte in regola per ottenere successo. Tra tutte queste e poi quelle che nel frattime arrivavano sul mercato discografico internazionale, la week successiva sceglievamo anche i 3 che leggete nella seconda rubrica, 'TIR Promotional Week', l'attuale 'Tormento'.

Quelli di questa settimana, ad esempio, meritano davvero di essere riascoltati anche più di una volta: stiamo parlando di Whitney Houston, Tracie Spencer e Depeche Mode. provare (ascoltare) per credere: lo scriviamo soprattutto ai più giovani che per ovvi motivi possono non essere a conoscenza di alcuni di essi.

Tra una rubrica e l'altra, brani che derivavano sempre da una scelta molto accurata fatta tra quelli che hits lo erano già (come la 'USA TOP10') ed altri che da tempo ci avevano già dato fiducia e quindi meritevoli di essere inseriti.

Buon (ri)ascolto!




Stefano Barsotti

martedì 26 maggio 2015

Charts of the week: settimana n.22 anno 2015



Week n.22 del 2015 con vette che avete potuto non solo leggere e vedere all'interno della playlist della MusiclandOnTheWeb settimanale n.147.

A seguire, così come accade in ogni appuntamento fisso del Martedì, tutti i dettagli delle 5 charts complete per scoprire anche le New Entries e le variazioni piu' significative, iniziando come sempre da quelle USA.


Wiz Khalifa and Charlie Puth con 'See You Again' si confermano in vetta per la 6a week consecutiva. Il record da battere per l'anno in corso è firmato Mark Ronson e Bruno Mars con 'Uptown Funk(14 weeks consecutive).

Segnalazioni: 7 NE. 2 brani della TOP10 che rosicchiano 1 posizione. La piu' alta NE al n.29 firmata da un'accoppiata femminile che promette bene.

A seguire tutte le N.E. e le variazioni più importanti nella TOP100: (in ordine, posizione attuale, posizione settimana scorsa e, dopo  interprete e titolo, posizion e poiu' alta raggiunta e numero di weeks in chart. A seguire, in caso di ns Preview/Tormento, il link di quest'ultima):

04 05 walk the moon shut up + dance   04 27
06 08 jason derulo want to want me   06 10
09 11 t-wayne nasty freestyle 09 05
28 53 rachel platten fight song 28 05
31 47 omi cheerleader (felix jaehn remix)  31 04
36 52 major lazer featuring dj snake and mø lean on  36 02
41 60 bandit gang marco and dro  nasty 41 04
57 ne chris young i'm coming over highest debut 57 01
66 93 nicki minaj the night is still young greatest gainer 66 02
67 ne maroon 5 this summer's gonna hurt like a motherf****r 67 01 (qs la ns preview)
74 ne dj khaled featuring chris brown, lil wayne and big sean how many times 74 01
77 ne pitbull and chris brown fun 77 01
92 ne ed sheeran photograph 92 01
93 ne nick fradiani beautiful life 93 01
94 ne sawyer fredericks a thousand years 94 01




La versione remix di 'Cheerleader', brano firmato OMI, porta a 4 il numero di weeks consecutive di vetta.

Il record 2015 da battere resta quello firmato Mark Ronson e Bruno Mars con 'Uptown Funk' e 7 weeks (di cui 6 consecutive).

Segnalazioni: anche this week 8 NE. Direttamente nella TOP5 la nuova di Taylor Swift e, al margine della TOP10, quella di Ella Eyre. Piu' sotto, bel salto in avanti (+23) per una delle ns ultime segnalazioni firmata Jessie J.

Tutti i dettagli sotto all'interno della consueta analisi settimanale (in ordine, posizione attuale, posizione settimana scorsa, titolo, artista, posizione massima raggiunta in chart, numero di settimane di presenza in classifica e, in caso di ns Preview/Tormento, il link di quest'ultima):

02 03 SEE YOU AGAIN WIZ KHALIFA FT CHARLIE PUTH 01 07
04 NE BAD BLOOD TAYLOR SWIFT FT KENDRICK LAMAR 04 01
05 07 WHERE ARE U NOW SKRILLEX & DIPLO/JUSTIN BIEBER 05 11
10 17 HEY MAMA DAVID GUETTA/N MINAJ/AFROJACK 10 05
12 NE TOGETHER ELLA EYRE 12 01
24 NE WANT TO WANT ME/I WANT YOU TO WANT ME ANDIE CASE 24 01
35 67 SHE KNOWS NE-YO FT JUICY J 35 03
36 NE GERONIMO SHEPPARD 36 01
39 62 FLASHLIGHT JESSIE J 39 02 (qui la ns segnalazione)
49 NE HOPELESSLY COPING WILKINSON FT THABO 49 01
54 91 PHOTOGRAPH ED SHEERAN 43 27
64 NE FEELING MYSELF NICKI MINAJ FT BEYONCE 64 01
70 NE WORLD CHAMPIONSHIP FINALE 2 BARDEN BELLAS 70 01
79 NE I CAN CHANGE BRANDON FLOWERS 79 01



Wiz Khalifa and Charlie Puth con 'See You Again' si confermano anche qua per la 6a volta consecutiva (2a chart capitanata contemporaneamente, 2 su 3).

Il record da battere per il 2015 firmato Hozier con 'Take Me To Church' (7 weeks consecutive).

Segnalazioni: nessuna NE. 2 bei balzi in avanti firmati J-Ax che si avvicina alla TOP10 e (ancora) R. Schulz, Deorro e D.Guetta + friends.

A seguire tutte le N.E. ed i passi in avanti più importanti nella TOP20: (posizione attuale, settimana scorsa, settimane di permanenza in chart e, in caso di ns  Preview/Tormento, dopo il nome dell'artista, il link a quest'ultima);

04 05 20 FIRESTONE KYGO FEAT. CONRAD
05 16 03 EL MISMO SOL ALVARO SOLER
06 07 08 L'AMORE ETERNIT FEDEZ
09 27 07 EL PERDÓN NICKY JAM & ENRIQUE IGLESIAS
12 31 03 MARIA SALVADOR J-AX          
22 37 05 HEADLIGHTS ROBIN SCHULZ ft. ILSEY
32 43 10 FIVE MORE HOURS DEORRO X CHRIS BROWN
38 54 03 HEY MAMA DAVID GUETTA FEAT. NICKI MINAJ & AFROJACK


         

Wiz Khalifa and Charlie Puth si confermano in vetta anche a questa chart per la 5a volta consecutiva. E' la 3a capitanata contemporaneamente this week (e siamo così a 3 su 4).

Il record 2015 da battere è firmato Ellie Goulding che con 'Love Me Like You Do' ha comandato la classifica per 9 weeks consecutive.

Segnalazioni: 3 NE nella TOP100. Bel saltone in avanti per una delle ns ultime segnalazioni (Lunchmoney Lewis). J-Ax e Kachupa, sono le presenze italiane di this week.

A seguire le N.E. ed i passi in avanti più importanti nella TOP100: in corsivo quelli relativi brani italiani presenti nella TOP200 (posizione attuale, settimana scorsa, numero di weeks in chart, titolo, interprete e, in caso di ns preview, il link di quest'ultima):

02 03 12 LEAN ON Major Lazer
07 09 10 WANT TO WANT ME Jason Derulo
25 61 07 BILLS Lunchmoney Lewis 
29 ne 01 BAD BLOOD Taylor Swift
32 48 04 EL MISMO SOL Alvaro Soler
48 81 03 SOMETHING ABOUT YOU Hayden James
57 77 04 MARIA SALVADOR J-Ax 
59 80 04 ON VERRA Nekfeu
74 89 08 LE CHANT DES SIRÈNES Fréro Delavega
77 120 02 SABLIER Lacrim
82 135 02 FINCHÉ CE N'É Kachupa
83 115 02 EGÉRIE Nekfeu
85 112 02 JUST MARRIED Pagadixx
88 105 07 SHIP TO WRECK Florence And The Machine
92 146 02 TRAP QUEEN Fetty Wap
95 106 04 SECRETS Tiesto & Kshmr
96 148 02 TITANIUM Madilyn Bailey
98 ne 01 BLACK MAGIC Little Mix
99 136 02 A.W.A. 2 Lacrim
100 134 02 NORMAL Alonzo & Jul
166 ne 01 FLASHLIGHT Jessie J





Wiz Khalifa and Charlie Puth con 'See You Again' si confermano in vetta per la 6a week consecutiva (concludendo, 4 su 5). Il brano, inoltre, si trova contemporaneamente in vetta a 4 charts da 6 weeks (da 5 nelle solite) compreso lo storico en plein ottenuto nella 18esima.

Anche qua, come in USA e UK, l' 'Uptown Funk' di Mark Ronson e Bruno Mars con 16 weeks non consecutive di vetta, resta il record 2015 da battere. 

Segnalazioni: 5 NE la prima direttamente sul podio. Ci ripetiamo: se nelle singole charts nazionali ci sono poche variazioni, anche quella complessiva, non possiamo trovare grandi variazioni oltre alle novità. E tant'è come leggerete sotto.

A seguire come sempre le N.E. e i passi in avanti più importanti nella TOP40: (posizione attuale, posizione sett scorsa, di due weeks ago, settimane di permanenza in chart e, dopo il titolo e l'interprete, in caso di ns  Preview/Tormento, il link di quest'ultima):

02 ne                Aozora No Shita, Kimi No Tonari - Arashi
05 06  06  08    Want To Want Me - Jason DeRulo
10 14  14  04    Hey Mama - David Guetta feat. Nicki Minaj & Afrojack
19 ne                Bills - LunchMoney Lewis
34 ne                Girl Crush - Little Big Town
35 ne                Fight Song - Rachel Platten
38 ne                You Know You Like It - DJ Snake & AlunaGeorge







Stefano Barsotti

lunedì 25 maggio 2015

MusiclandOnTheWeb 147

Appuntamento n.22 del 2015 e puntata n.141 della Terra della Musica "tradizionale", la 147a in assoluto on the web che, come sempre, inizierà tra poco con l'analisi delle consuete 5 charts (USA, UK, ITALIA, EUROPA e MONDO).

Se volete, potrete non solo leggerla (su questa pagina), ma anche vederla (all'interno della playlist aggiornata in tempo reale che trovate in fondo alla pagina).

In qualsiasi delle tre forme scelte, rimarrete aggiornati su tutte le nr.1 del presente, del passato ma anche del futuro grazie alle nostre 'Preview' oltre che all'ultimo 'Tormento' mensile, il 5^ del 2015 che raggiunge l'ultima week di promozione.

Adesso iniziamo veramente ad analizzare le vette delle charts da noi seguite (tutti i dettagli ed approfondimenti li leggerete all'interno della rubrica 'ChartsOfTheWeek', l'appuntamento fisso del Martedì) a partire da quelle del 1995 nelle quali registrammo tutte conferme tranne una...

Venti anni dopo, ancora una volta, nessuna news. Tutte conferme. Sotto tutti i dettagli.

USA 1994: 'I Know' Dionne Farris riuscì a confermarsi in vetta per la 10a week consecutiva; 2015: Wiz Khalifa and Charlie Puth con 'See You Again'si confermano in vetta per la 6a week consecutiva.

UK 1994: i Living'Joy con 'Dreamer' si confermano per la 3a volta consecutiva2015: la versione Felix Jaehn remix di Cheerleader firmata Omi si conferma in vetta per la 4a week consecutiva.

Italia 1994: gli Everything But The Girl con 'Missing' portarono a 5 il numero di weeks consecutive di vetta; 2015: continua il viaggio in parallelo con la chart americana: Wiz Khalifa and Charlie Puth con 'See You Again' si confermano infatti anche qua per la 6a volta consecutiva.

Europa 1994: dopo 8 weeks consecutive di vetta per i Take That con 'Back For Good'  fu il singolo 'Self Esteem' firmato Offspring ad interrompere questa serie; 2015: Wiz Khalifa and Charlie Puth restano in vetta per la 5a volta consecutiva.


Mondo 1994: la dolcissima song 'Have You Ever Really Loved A Woman?' firmata Bryan Adams si confermò in vetta per la 4a week consecutiva; 2015: anche qua continua il viaggio in parallelo con le charts USA e ITA: Wiz Khalifa and Charlie Puth con 'See You Again' infatti si confermano per la 6a volta consecutiva anche in questa.


FLASHBACK
In relazione alla week n.22 ecco tutte le numero 1 in Italia dal 1980 fino allo scorso 2014, periodo che questa settimana ci regala 10 nuove vette (in neretto) come last week.
Troverete, in ordine, anno, numero di settimane di vetta della canzone (tra parentesi il  numero totale in caso di riconquista) che segue con titolo ed interprete.

1980 11w Video killed the radio star-Buggles
1981 6w 7 Sarà perché ti amo-Ricchi e poveri
1982 2w Paradise - Phoebe Cates
1983 3w Billie Jean - Michael Jackson 1984 8w Love Of The Common People - Paul Young
1985 7w We are the world USA for Africa
1986 2w Live to tell Madonna
1987 1w Let it be Ferry Aid
1988 2w I'm not scared Eighth Wonder
1989 7w Like a prayer Madonna
1990 1w Vattene amore Amedeo Minghi & Mietta
1991 12w Se stiamo insieme Riccardo Cocciante
1992 1w Rhythm is a dancer Snap
1993 8w Sei un mito 883
1994 1w Eins, zwei, polizei Mo-Do
1995 6w Missing Everything But The Girl
1996 1w Don't stop movin' Livin' Joy
1997 1w Around the world Daft Punk
1998 3w La copa de la vida Ricky Martin
1999 2w I want it that way Backstreet Boys
2000 5w Too much of heaven Eiffel 65
2001 1w Clint Eastwood Gorillaz
2002 4w Moi…Lolita Alizee
2003 1w Un'emozione per sempre Eros Ramazzotti
2004 7w Left outside alone Anastacia
2005 10w I bambini fanno "Oh" Povia
2006 2w Hips don't lie Shakira ft Wyclef Jean
2007 2w La compagnia Vasco Rossi
2008 2w (4) A te Jovanotti
2009 1w Domani 21.04.2009 Artisti Uniti per l'Abruzzo
2010 4w Un Colpo all'Anima Ligabue
2011 2w Mr Saxobeat Alexandra Stan
2012 8w Gotye feat Kimbra - Somebody That I Used To Know
2013 3w GET LUCKY DAFT PUNK FT PHARRELL WILLIAMS
2014 1w (2) A Sky Full Of Stars Coldplay

PREVIEW
Playlist Settembre 2012.
Playlist Ottobre 2012.
Playlist Novembre 2012.
Playlist Dicembre 2012
Playlist Gennaio 2013
Playlist Febbraio 2013
Playlist Marzo 2013
Playlist Aprile 2013 
Playlist Maggio 2013
Playlist Giugno 2013 
Playlist Luglio 2013 
Playlist Agosto 2013
Playlist Settembre 2013
Playlist Ottobre 2013
Playlist Novembre 2013
Playlist Dicembre 2013
Playlist Gennaio 2014
Playlist Febbraio 2014
Playlist Marzo 2014
Playlist Aprile 2014
Playlist Maggio 2014 
Playlist Giugno 2014
Playlist Luglio 2014
Playlist Agosto 2014
Playlist Settembre 2014
Playlist Ottobre 2014
Playlist Novembre 2014
Playlist Dicembre 2014
Playlist Gennaio 2015
Playlist Febbraio 2015
Playlist Marzo 2015
Playlist Aprile 2015
Playlist Maggio 2015

NEWS
Come ogni settimana, tutte le info oltre alle n.1 (new entries, brani in salita, re-entries ecc..) relative alle intere charts USA, UK, IT, EU e WORLD le leggerete all'interno della puntata settimanale di 'Charts of the Week', l'appuntamento fisso del Martedì.


TORMENTO

Quarta ed ultima week completa per il 5° Tormento del 2015: questo. LU prossimo nuovo mese, nuova proposta.
Quello dello scorso mese, come tutti i precedenti a partire dal Luglio 2006, lo troverete all'interno della rubrica riassuntiva.

Sotto, la MUSICLAND di this week in versione video.



MLontheWEB: ARCHIVIO delle puntate precedenti



Stefano Barsotti

domenica 24 maggio 2015

Eurovision Song Contest 2015: and the winner is... Musicland!!!


Lo scorso anno, abbiamo fatto centro diretto: per la 60esima edizione, abbiamo inserito nella lista pubblicata delle ns preferite, le tre canzoni che sono salite sul podio.

Le nostre 2 preferite in assoluto, Australia ed Italia, si sono classificate al 5^ e 3^ posto. Su 27 brani in gara, non è male.

Riepilogo della giornata: nel pomeriggio, avevamo scritto così (v. foto sotto, dove l''adesso' che leggete, corrisponde alla pubblicazione delle 17e05 circa), ribadendo quanto da tempo affermato qui, nella nostra preview ufficiale.

Anche se il brano australiano, secondo noi, era di 'un'altra categoria', l'avevamo affiancato a quello tricolore (questa l'intervista a 'Il Volo' pubblicata in settimana).

Ma dopo l'ascolto e i brividi che ci hanno fatto venire durante la diretta, ci siamo convinti ancora di piu' che anche la nostra song avesse quel 'qualchecosa in più'.

Relativamente al singolo di Guy Sebastian poi c'era un unica incertezza: come scritto, quella relativa al fatto che appartenesse ad una nazione extra europea e che quindi non 'suonasse' bene la sua vittoria.

Complimenti once again (è la miliardesima volta che lo scriviamo, ma tant'è...) alla Terra della Musica e naturalmente alle orecchie ormai raffinatissime del suo conduttore che Vi sta scrivendo anche in questo momento.

Insomma, il tempo passa e la Musicland diventa sempre piu' brava, anche grazie al nostro inviato speciale Claudio Casini che ringraziamo, once again, per averci raccontato anche questa edizione.

Alla prossima...in Svezia!!!

Stefano Barsotti

Eurovision Song Contest – Vienna 2015: Vince la Svezia. Il Volo si aggiudica il terzo posto


Con un omaggio al cantante austriaco Udo Jürgens, vincitore nel 1966 e recentemente scomparso, il palcoscenico della 60esima edizione dell'Eurovision Song Contest si è illuminato di migliaia di colori mentre effetti speciali hanno dato movimento a sfere sospese imitando le ali della fenice mitologica (allusione alla canzone vincitrice dello scorso anno di Concita Wurst) ma anche auspicio per una sperata vittoria italiana con Il Volo.

Immagini suggestive dell'Austria, da Vienna a Salisburgo, da Graz a Innsbruck, da Bregenz a Linz, passando per paesaggi montani e lacustri, hanno creato una cartolina del Paese ospitante che ha saputo organizzare al meglio questa manifestazione. Dopo l'esibizione di Concita con un gruppo di bambini, che hanno intonato “Building Bridges”, la colonna sonora dell'ESC 2015, è iniziata la gara: ventisette canzoni a partire dalla Slovenia fino all'esplosione di “Grande Amore”, ultima a scendere in campo.

Dopo l'esibizione del batterista e percussionista austriaco Martin Grubinger con la sua band di musicisti e coristi, Concita ha cantato due brani del suo recente repertorio.
Quindi è stata la volta di un'altra canzone italiana, interpretata dal giovanissimo Vincenzo Cantiello, vincitore del Junior Song Contest 2014 con “Tu primo grande amore”: un segno per l'esito finale della serata che speravamo che si tingesse di verde, bianco e rosso.

Già dalle prime votazioni, l'Italia ha iniziato ad ottenere “12” punti da più giurie, ma Russia e Svezia hanno da subito insidiato il primo posto dei nostri ragazzi, giocando tra di loro la partita, fino a quando la Svezia è riuscita a superare la Russia e il terzo posto per l'Italia è andato consolidandosi.
Dunque, vincitore è Mans Zelmenow con la canzone “Heroes”, un pezzo che nelle ultime ore è stata accusata di plagio: infatti in rete sono apparse notizie sulla somiglianza con la canzone “Lovers on the sun”, presente nell'ultimo album del 2014 del disc jockey francese David Guetta.
Eurovision Song Contest 2015



Dopo il premio della stampa, dal Volo si attendeva il gradino più alto del podio. Comunque grazie lo stesso a Gianluca, Ignazio e Piero perchè in questa edizione dell'Eurovision Song Contest sono stati dei veri protagonisti.

Con questa settima vittoria, che la porta la Svezia in testa nell'albo d'oro delle vittorie per nazioni insieme all'Irlanda, solo dopo tre anni, l'emittente televisiva svedese si prepara ad organizzare un altro contest; peccato, perchè già spuntavano i nomi di Torino e di Milano quali città candidate per l'ESC 2016.




Vienna 24 maggio 2015
Claudio Casini

Eurovision Song Contest 2015: and the winner is ... Svezia!!



La Svezia si aggiudica la 60esima edizione dell'Eurovision Song Contest 2015.
Medaglia di bronzo per l'Italia.

Eurovision Song Contest 2015



P.S.: tra poco l'ultimo articolo e foto direttamente da Vienna del ns inviato speciale.
Nel frattime godiamoci tutte le foto per il momento da lui ricevute.





Stefano Barsotti

ML DIARY S.463: 24 - 30 MAG 2015


Reduci da una week davvero incredibile (e di questo ringraziamo once again il nostro inviato speciale a Vienna, Claudio Casini che ci ha raccontato con foto e parole l'European Song Contest 2015) eccoci pronti a rilassarci un pò con le nostre consuete rubriche che 'andaranno in onda' con la programmazione che ormai tutti ben conosciamo;

LU 25 la 147esima puntata di MusiclandOnTheWeb;

MA 26 l'approfondimento con le "Charts of the week";

ME 27 l'appuntamento sarà con la 'STUDIO1', serie storica di nostre trasmissioni, andate in onda nel 1987 su Radio Antenna Centro Città; questo sarà il n.24, qui tutti i precedenti;

GIO 28 il secondo Volume di 'SOUNDBOOK Replay' dedicato alle hits del 1982 (questo il primo).

Come sempre poi non mancheranno sorprese che essendo tali, non possiamo anticiparVi anche perchè alcune nasceranno da belle songs che scopriremo e Vi presenteremo in anteprima.


Stefano Barsotti

sabato 23 maggio 2015

Eurovision Song Contest 2015: FORZA GIANLUCA, IGNAZIO E PIERO!


Bisognerà attendere fino all'ultimo prima di vedere sul palco di Vienna i nostri ragazzi de Il Volo.
Questa collocazione nella scaletta della serata sta creando due linee di opinione diverse: c'è chi sostiene che sia vantaggiosa per far sì che il pubblico televisivo italiano rimanga incollato alla tv per conoscere meglio lo show e per partecipare alla votazione attraverso il televoto
(sito: eurovisionsongcontest.rai.it; sms: 4754750 e il codice della nazione; dal fisso: 894040 e il codice della nazione);
ma c'è anche il rischio che molti telespettatori non siano propensi ad attendere tempi così lunghi. Un dato confortante c'è: oltre 1.000.000 di utenti RAI hanno visto la seconda semifinale.

Stasera, RAI 2 ore 21, avremo modo di ascoltare anche i sette brani della nazioni che sono passate automaticamente in finale secondo il regolamento del concorso.
La Francia presenta una canzone che ricorda i caduti della prima guerra mondiale: “N'oubliez pas” ha un ritmo che aumenta di spessore accompagnato dal suono di tamburi, una sorta di marcia che è divenuta anche un inno contro gli attacchi terroristici come quello avvenuto a Parigi il 7 gennaio di questo anno nella sede del giornale satirico “Charlie Hebdo”. Bravissima l'interprete: Lisa Angell (il vero cognome è Vetrano, di origine italiana), nata a Parigi nel 1968.
Si chiama Ann Sophie la cantante che rappresenterà i colori della Germania. La sua canzone (“Black Smoke”) era risultata seconda nella selezione nazionale; tuttavia è stata lei a staccare il biglietto per Vienna dopo la rinuncia del vincitore, il cantautore Andreas Kummert.
Proveniente da vari talent nazionali, la spagnola Edurne porta all'Eurovision un pezzo musicale (“Amanecer”, ovvero “Alba”) di forte impatto ispirato alle colonne sonore delle serie televise di genere fantasy, affiancata dal ballerino italiano Giuseppe Di Bella, presente anche sul palco di Vienna.
Di tutt'altro genere è invece la canzone che rappresenta il Regno Unito: “Still in love with you”, proposta dal duo formato da Alex Larke e Bianca Nicholas è una piacevole canzone swing.

Eurovision Song Contest 2015


Dopo il fenomeno “Concita Wurst”, il trio di cantanti austriaci - i Makemakes - non sono tra i protagonisti di questa edizione del contest: “I am your” è una ballata che convince poco.
Per la 60esima edizione dell'Eurofestival, è stata invitata a partecipare l'Australia, che da sempre segue la gara canora europea. Guy Sebastian è un popolare performer di origine malaysiane. Il suo successo è confermato da ben 43 dischi di platino e 3 d'oro: il suo pezzo (“Tonight again”), che ha conquistato subito il pubblico dell'Eurovision, è candidato ad avere un posto importante nella classifica finale.
E infine Il Volo: Gianluca, Ignazio e Piero hanno avuto una settimana intensa qui a Vienna tra prove, concerti, conferenze stampa, assalti di fan e altro. Un vero tributo alla loro bravura. Una scenografia classicheggiante farà da fondale alla loro esibizione: colonne, leoni, cavalli, la Venere di Milo e un Apollo; forse troppo, bastava il soave bacio di Amore e di Psiche del Canova, scelto a Sanremo; oppure, per un omaggio a Vienna, la nota opera di Gustav Klimt.



Questo è l'ordine delle canzoni:

01. SLOVENIA Maraaya, Here for you
02. FRANCIA, Lisa Angelli, N'oublier pas
03. ISRAELE, Nadav Guedj, Golden Boy
04. ESTONIA, Elina Born e Sting Rasta
05. REGNO UNITO, Electro Velvet, Still in love with you
06. ARMENIA, Genealogy, Face the shadow
07. LITUANIA, Vaidas Baumia & Monika Linkyte, This time
08. SERBIA, Bojana Stamenov, Beauty never lies
09. NORVEGIA, Morland e Debrah Scarlett
10. SVEZIA, Mans Zelmelow, Heroes
11. CIPRO, Giannis Karagiannis, One thing I should have done
12. AUSTRALIA, Guy Sebastian, Tonight again
13. BELGIO, Loic Nottet, Rhythm inside
14. AUSTRIA, The Makemakes, I am yours
15. GRECIA, Maria Elena Kyriakou, One last breath
16. MONTENEGRO, Knez, Adio
17. GERMANIA, Ann Sophie, Black smoke
18. POLONIA, Monika Kuszynska, In the name of love
19. LETTONIA, Aminata, Love injected
20. ROMANIA, Voltaj, De la capat/All over again
21. SPAGNA, Edurne, Amanecer
22. UNGHERIA, Boggie, Wars for nothing
23. GEORGIA, Nina Sublatti, Warrios
24. AZERBAIJAN, Elnur Huseynov, Hours of the wolf
25. RUSSIA; Polina Gagarina, A million voices
26. ALBANIA, Elhaida Dani, I'm alive
27. ITALIA, Il Volo, Grande amore


Vienna 22 maggio 2015
Claudio Casini

FORNACI in...canto diventa FESTIVAL: la 7a edizione è servita! (2/2)


Dopo aver intervistato il Dir. Artistico M° Massimo Salotti eccoci pronti come promesso a fare altrettanto con la Dott.ssa Lucia Morelli, Resp. di Produzione dell'evento musicale canoro che si terrà (come fase finale) i prossimi 30,31 Luglio e 1 Agosto 2015 in P.za IV Novembre a Fornaci di Barga.

Musicland: Ed allora non possiamo non iniziare questa intervista chiedendole il perchè di questo nuovo nome (e logo, che vedete a fianco).

Lucia Morelli:"Siamo giunti al settimo anno, siamo cresciuti in esperienza e sensibilità. Il diventare Festival va a coronare e qualificare il lavoro di tutti questi anni. Abbiamo voluto aprirci a nuove possibilità in termini di creatività e sostenibilità dando vita ad un vero e proprio contenitore culturale."

ML: Ma c'è anche un'altra grossa novità che riguarda la preselezione che quest'anno potranno davvero vedere tutti...

L.M.: "Ogni anno cerchiamo anche di non essere troppo ripetitivi. E’ importante dare nuovi stimoli e offrire nuove possibilità espressive. L’idea di fare le preselezioni presso l’emittente televisiva NoiTv è nata spontaneamente, per permettere a tutti di avere la giusta visibilità."

ML: La beniamina di questa edizione ormai davvero la conoscono tutti: stiamo parlando di Emma Morton che sarà la presidente di giuria insieme ad altri grandi nomi che non potranno che interessare tutti quelli che saranno promossi alle semifinali anche in ottiche extra concorso, vero?

L.M.: " Emma era con noi anche nelle edizioni passate, ci ha accompagnato durante tutte le fasi di Concorso già nel 2014 e lo farà anche quest’anno. Emma è preparata, sensibile ed estremamente professionale ed è un vero piacere averla come Presidente di Giuria. Tra le peculiarità del Concorso, da sempre, l’umanità di chi già lavora nel settore musicale: i nostri ospiti sono sempre stati pronti a dare ai concorrenti buoni consigli per inseguire il proprio sogno. "

ML: Cambia il nome ma restano i favolosi ed ambitissimi premi del concorso canoro nazionale.

L.M.: " Restano le borse di studio in denaro dedicate alla cultura. Un modo per incentivare i percorsi di crescita professionale e per aiutare a vivere un pò più serenamente le proprie passioni. "

ML: Come diretti interessati, considerando che per la 6a volta saliremo su quel palco meraviglioso di Piazza IV Novembre come presentatori, ti chiediamo se possiamo anticipare qualcosa che ci riguarda direttamente dato che a quanto pare questo anno non saremo da soli a presentare la serie di voci meravigliose che si sfideranno live nelle due semifinali del 30 e 31 luglio.

L.M.: " Come organizzatori cercheremo di dare come sempre il massimo. Viviamo tutte le emozioni dei concorrenti, le ansie, l’adrenalina, la concentrazione, le gioie e anche le delusioni ed ogni anno è bellissimo permettere che tutto ciò accada. Non vorrei anticipare altro, ma solo sottolineare che sono tante le sinergie che si attivano, ogni volta si accende un mondo: fonici, attrezzisti, scenografi, ballerini, musicisti, operatori che a vario titolo si adoperano per la realizzazione di un vero e proprio memorabile spettacolo. "


ML: Insomma un progetto che abbiamo visto nascere insieme e che cresce sempre di piu'. Dove, insieme al M* Massimo Salotti, volete portarlo?

L.M.: "Il settimo anno vorremmo che non sentisse la crisi. Non so dove saremo tra qualche anno, ma una cosa è confermata dai fatti: il Concorso è diventato un porta fortuna per tanti giovani che, dopo di noi, hanno proseguito lungo strade prestigiose. Elisa Ferretti si è fatta notare a “Castrocaro Voci Nuove”; Andrea Maestrelli, dopo l’uscita del suo cd, è in tour lungo tutta l’Italia; Marco Dianda lo abbiamo visto ad “Amici di Maria De Filippi”; Massimiliano Marchetti è recentissimo concorrente di “The Voice”; e non dimentichiamo la nostra Emma Morton a “XFactor”. "

ML: Prima di salutarci, ricordiamo ancora come e fino a quando sarà possibile iscriversi alla 7a edizione...

L.M.: " Il bando si può scaricare dal nostro sito www.fornacincanto.com e scade il …. E’ sufficiente indicare la categoria, Canto; canto Kids (under14); Cantautori; ed inviare il l’allegato compilato come da regolamento alla mail info@fornacincanto.com "

Grazie Lucia e in bocca al lupo!

(Qui l'intervista realizzata con il M° Massimo Salotti.)

Stefano Barsotti

venerdì 22 maggio 2015

Eurovision Song Contest 2015: dieci tra le nostre preferite nella finale di Sabato 23. Our final preview!


Riassumendo da studio, ripartiamo da quelle che sono state le nostre preview (in grassetto le nazioni promosse, in corsivo se BIG6, quest'anno BIG7, quindi già in finale di diritto):

Australia (la ns preferita in assoluto) e Italia , Moldova, Olanda, Romania, Danimarca, Albania, Bielorussia, Macedonia, Spagna, Cipro, Cecoslovacchia, Polonia, San Marino, Slovenia, Grecia (bella voce) e UK (per la sua particolarità).

A seguire l'ordine di uscita sul palco della finale (presto, da Vienna, arriverà l'articolo di presentazione del nostro inviato speciale per l'evento di sabato 23).

 Slovenia, France, Israel, Estonia, United Kingdom, Armenia,  Lithuania,  Serbia,  Norway,  Sweden, CyprusAustralia, Belgium,  Austria, Greece, Montenegro, Germany, Poland, Latvia,      RomaniaSpain, Hungary,  Georgia,  Azerbaijan,  Russia, Albania, Italy.

Quindi, abbiamo ben 10 nostri cavalli in corsa (in neretto) e scopriremo insieme Sabato 23 dalle 21 su RAI2 se ancora una volta avremo fatto centro.

Insomma, come tutti gli anni, ci divertiamo a giocare 'da casa' con il nostro inviato che ha già espresso le sue preferenze durante la settimana all'interno degli articoli che abbiamo pubblicato (tutti inseriti nella sezione dedicata).

Per concludere ecco le nostre scelte in ordine di preferenza dopo aver riascoltato tutte quelle che si sfideranno in finale.

Australia (la nostra preferita in assoluto),

Italy, Slovenia, Israel, United Kingdom, Poland, Cyprus, Romania, Russia, Sweden, Austria, Greece, Spain.

Stay tuned!



Stefano Barsotti

Eurovision Song Contest 2015: ecco le altre 10 nazioni qualificate per la finale di Sabato


Era scontato il passaggio alla finale di Svezia, Norvegia e Azerbaijan: sicuro di sé, Mans Zermelow ha interpretato la sua canzone da vero professionista senza una sbavatura, supportato da una grafica tecnologica di alta qualità; la coppia norvegese, in abito bianco su cui risaltava la cascata di capelli rossi di Debrah Scarlett, ha emozionato il pubblico per la raffinatezza del pezzo, ipotecando così un piazzamento finale di riguardo; la bravura di Elnur Heseynov - a cui va il nostro gradimento - non poteva non essere premiata.

E' piaciuto il ritmo musicale del brano sloveno, che troviamo molto radiofonico; sono piaciuti i baci che la coppia lituana si sono scambiati durante l'esibizione; piace anche la canzone della polacca Monika Kuszynska, un inno alla “rinascita” dopo le avversità della vita che l'hanno costretta a non utilizzare più le gambe dopo un grave incidente.

La voce della minuta cantante lettone, di origini africane, in un ampio abito rosso, ha senz'altro impressionato pubblico e giurie tecniche: non era senz'altro tra le favorite per la qualificazione e invece ce l'ha fatta.

Eurovision Song Contest 2015


Così anche il giovane cipriota John Karayiannis con la sua canzone dal ritmo lento ma piacevole.

Sorprende il passaggio del Montenegro: malgrado i pronostici che non lo davano tra i favoriti, Knez ha centrato l'obiettivo grazie ad uno straordinario brano che evoca la musica balcanica. Ma è stato l'ingresso di Nadav Guedj che ha fatto scatenare il pubblico sia del parterre che sulle tribune: il suo “Golden Boy” è stato salutato da migliaia di bandiere, molte delle quali bianche e azzurre con la stella di David. Ai piedi indossava un paio di scarpe dorate con ali che sicuramente saranno da ora in poi il suo portafortuna.

Le scarpe, invece, la giovane islandese Maria Olafsdottir non le ha proprio messe: sul palocoscenico, infatti, si è presentata scalza, quasi un omaggio alla famosa cantante inglese Sandie Shaw che nel 1967, proprio a Vienna, vinse l'Eurovision Song Contest con la canzone “Puppet on a String” (in Italia conosciuta come “La danza delle note”). Maria non si è qualificata; così anche la ceca Marta Jandova, che le scarpe le ha invece lanciate al compagno Vaciav Noid Barta (lo prevedeva la performance!).


Non sono passate anche Malta (Amber ha una bella voce ma la canzone era poco coinvolgente), Portogallo (Leonor Andrade è stata comunque molto brava), Irlanda, Svizzera e San Marino: Michele Perniola, Anita Simoncini e la delegazione della piccola repubblica, stasera supportata anche da Valentina Monetta che ha rappresentato i colori di San Marino nelle ultime tre edizioni del contest, un po' ci sperava alla qualificazione per la finale.

Durante la serata c'è stata anche una breve comparsa del Volo, accolti con entusiasmo. Li sentiremo finalmente sabato ma in tarda serata: dopo l'estrazione, infatti, si esibiranno per ultimi.




Vienna 21 maggio 2015
Claudio Casini

giovedì 21 maggio 2015

LUCCASUMMERFESTIVAL 2015: conferenza stampa di presentazione. Intervista a M.D'Alessandro


Si è tenuta presso la Sala degli Specchi di Palazzo Orsetti la presentazione della edizione numero 18 del 'RaiRadio2LuccaSummerFestival'.

Erano presenti Alessandro Tambellini (Sindaco di Lucca),  Maura Cavallaro (Vice Presidente della Provincia di Lucca), Roberto Perico (Direttore Territoriale Cassa di Risparmio Lucca Pisa Livorno), Alessio Colomeiciuc (Presidente Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia), Gianfranco Cenni (Responsabile Territoriale Toscana Nord di Banca Monte dei Paschi di Siena), Giovanni Iacopetti (Presidente Gesam Gas), Rodolfo Pasquini (Direttore Confcommercio Lucca), Mimmo D' Alessandro (Direttore del Lucca Summer Festival e della D'Alessandro & Galli).

Proprio a quest'ultimo abbiamo voluto fare alcune domande pochi minuti prima dell'inizio di una interessantissima conferenza stampa nella quale il patron del 'Summer' ha presentato quella che sarà 'una prima parte' dell'evento musicale estivo lucchese dando appuntamento ad una seconda parte di 'almeno altri 5 appuntamenti' che saranno presentati molto presto.

Inoltre ha precisato che la prossima edizione non si terrà più solamente in Piazza Napoleone a Lucca ma che potrebbero esserci appuntamenti anche al di fuori delle Mura.


Sopra, l'intervista con Mimmo D'Alessandro. Sotto, l'album fotografico.

2015 05 21 Conferenza Stampa RAIRADIO2LUCCASUMMERFESTIVAL


Stefano Barsotti

Eurovision Song Contest 2015: 2a semifinale; Svezia, Azerbaijan, Norvegia e Slovenia favorite per la finale


Più di 800 volontari, attivi nei luoghi dove si sta svolgendo l'Eurovision Song Contest e riconoscibili dalla t-schirt creata per l'evento, sono l'anima di una macchina organizzatrice presieduta dall'ORF (la rete televisiva statale austriaca), dal Comune di Vienna e dalla direzione della Stadthalle e supportata da sponsor nazionali e stranieri.

I media austriaci non nascondono l'entusiasmo per una manifestazione che sta facendo registrare l'affluenza di migliaia di persone a tutti gli appuntamenti musicali e culturali in programma questa settimana: la carta vincente è stata l'immagine di Concita Wurst, ora in versione giocatrice al Casino, ora ritratta come Adele Bloch Bauer di Klimt per iniziative di carattere sociale. Negli speciali televisivi sull'ESC, al “nostro trio” viene dato ampio spazio per essere candidato alla vittoria finale.

Sulla scia de Il Volo, passano spesso le immagini dei cantanti italiani che nel tempo hanno partecipato alla gara canora, con particolare interesse per Domenico Modugno, con “Volare” del 1958, e per Alice e Franco Battiato con i “I treni di Touzer” del 1984. Gianluca, Piero e Ignazio ci hanno concesso un'intervista, già pubblicata, e mercoledì hanno estratto la collocazione della canzone nel palinsesto della serata finale, centrando la seconda parte, considerata migliore per le votazioni con il televoto.

Intanto, le giurie tecniche sono chiamate per la seconda volta per decidere il passaggio delle dieci canzoni della seconda semifinale: il 50% è nelle loro mani, l'altro 50% viene deciso con il voto popolare. Giovedì sera il pubblico italiano portà vedere lo show televisivo su RAI 4 alle ore 21.


Eurovision Song Contest 2015

Queste le nazioni in gara:

IRLANDA – Molly Sterling. Molly Starling è la più giovane dei rappresentanti dell'Irlanda che hanno partecipato all'ESC: con i suoi 17 anni, stedentessa del St. Andrew di Dublino, Molly ha un album di successo all'attivo dopo aver partecipato a concorsi e talent per teenager. Giocando con i numeri (Playing with numbers) è il titolo del brano accompagnato dal pianoforte: è una piacevole ballata alla Taylor Swift, come è stato già scritto.

SAN MARINO- Michele Perniola e Anita Simoncini. Dopo le esibizioni di Valentina Monetta nelle ultime tre edizioni dell'ESC, centrando la finale lo scorso anno a Copenhagen, anche San Marino punta su un duo, il più giovane tra quelli che saliranno sul palcoscenico di Vienna.Tarantino di 16 anni, Michele Perniola ha vinto la sesta edizione di “Ti lascio una canzone” e nel 2013 ha rappresentato San Marino al Junior Eurovision; sanmarinese, anche lei sedicenne, Anita Simoncini ha partecipato con altre quattro coetanee al Junior Eurovision di quest' anno con il nome di “Peppermints”. La canzone porta la firma di John O'Flynn e del musicista Ralph Siegel, autore anche delle canzoni che sono state interpretate da Valentina Monetta nel 2013 e 2014. Chain of the Light è il titolo del brano che verrà cantanta in inglese il cui video è stato girato nei luoghi artistici e paesaggistigi più interessanti del Molise. Li abbiamo conosciuti: meritano un incoraggiamento perchè hanno veramente tanta energia e desiderio di centrare la finale.

MONTENEGRO – Knez. Musica balcana per il brano Adio composto da Zeljko Joksimovic, già presente all'ESC come cantante, autore e presentatore nel 2008, Marina Tucakovic e Dejan Ivanovic, che ha studiato in Italia. Immagini suggestive delle vette montenegrine e delle Bocche del Cattaro accompagnano nel video ufficiale la malinconica e coinvolgente melodia degli strumenti ad arco, come la gugla a corda unica, e la bellissima voce di Knez (1967). Dopo una inizio di carriera con vari gruppi, dal 1992 è un cantautore solista e ha un palmeres di vittorie nei vari concorsi e festival a cui ha partecipato nell'area balcanica. Merita di passare in finale per l'uso della lingua nazionale e per il brano che troviamo di buon livello.

MALTA- Amber. Nata nel 1991, “Ambra” è una studentessa universitaria. Dopo undici anni di Judo, attività sportiva abbandonata dopo un incidente, ha riversato le sue energie nel canto, iscrivendosi a vari talent televisive indirizzandosi verso la musica jazz e blues. Nel 2011 si è presentata alla selkezione nazionale per ESC; l'anno successivo ha seguito Kurt Calleja, rappresentante di Malta, in qualità di corista. Ha più volte dichiarato di ispirarsi a Etta James e Beyonce, ma è anche attratta al gospel, partecipando al ben noto “Animae Gospel Choir”. Il brano per Vienna è Warrior (Guerriero): con lo stesso titolo è in concorso anche la Georgia.

NORVEGIA- Kjetil Morland e Debra Scarlett. Kjetil Morland ha vissuto molto in Inghilterra, dove ha iniziato l'attività di cantautore in una band, Nel 2014 è ritornato ad Oslo come solista. E' l'autore della canzone che la Norvegia presenta a Vienna: A Monster Like Me (Un mostro vive in me), una lenta battata cantanta insieme alla bellissima Debra Scarlett, svizzera d'origine, la cui voce ha impressionato i norvegesi a “The Voice of Norwey”. E' un altro duo che caratterizza l'edizione di questo anno dell'ESC. Straordinario il video. Attorno ad una tavola, prendono posto dei commensali di tutte le età in abito da sera: in un prino momento viene rispettata l'etichetta del bon ton, ma all'improvviso si scatena “il mostro”, ovvero la voglia di liberarsi dai vincoli imposti e così tutti i convitati si lasciano andare a gesti irriiverenti. Scontato il passaggio in finale: meritatissimo.

PORTOGALLO – Leonor Andrade. Un pregio del brano presentato da Leonor Andrade è che è in portoghese; tuttavia la canzone Hà um mar que nos separa è poco incisiva sia sul piano musicale che per il testo che risulta alquanto convenzionale, malgrado le modifiche apportate nella versione originale. Diciannovenne, Leonor è stata lanciata da A Voz de Portugal, semifinalista nell'ultima edizione.

ISRAELE – Nadav Guedj. “Ora danza, danza, danza, danza. Va bene, dobbiamo andare. Tre minuti, bye bye”: sono le ultime parole del brano Golden boy che il giovanissimo Nadav Guedj, nato a Parigi nel 1998 e appassionato di musica (si dichiara fan di Byoncé, Maroon 5, Stive Wonder, Michael Jackon, Jastin Timberland), porterà a vienna dopo aver vinto la selezione nazionale. I tre minuti sono la durata massima che è richiesta dal regolamento dell'ESC all'esibizione dinogni canzone. Nadav non ha nessuna esperienza discografica ma è riuscito in poco tempo ad essere un protagonistra della scena musicale israeliana grazie al suo stile tra rap e pop unito a musicalità etnica. Si presenterà davanti al pubblico con delle scarpe dorate con ali. Quest'anno il brano presentato da Israele lo risentiremo senz'altro nella serata finale.

LETTONIA-Aminata. “Love injected” è il titolo del branco che ci viene proposto dalla ventitreene mulatta Aminata Savadogo, di madre lettone e padre del Burkina Faso. La sua carriera è iniziata nel 2008 con la partecipazione a talent nazionalie a trasmissioni televisive. Nella canzone viene evocata una musicalità vagamente africana interrotta da slanci vocali di Aminata decisamente di qualità.

AZERBAIJAN – Elnur Huseynov. Un ritorno all'ESC per Elnur Huseynov: nel 2008 si presentò con un paio di ali di piume bisnche per cantare Day after Day con Samir Javadzadeh. Vincitore di “The Voice Turkey 2015”, è stato scelto per rappresentare per la seconda volta il suo Paese, anche se è nato in Turkmenistan da genitori azeri. Fin da piccolo è stato avviato dalla madre allo studio del pianoforte; nel 1999, quando la famiglia si è trasferita a Baku, si è iscritto alla facoltà di medicina ma non ha tralasciato il canto. Finalmente nel 2003 ha vinto il primo di una lunga serie di concorsi. Dopo un periodo in Ucraina, dove ha partecipato al musical “Notre-Dame de Paris”, è rientrato in Azerbaijan. Il brano che presenta si intitola Hour of the wolf (L'ora del lupo),una delle canzoni più melodiche di questa edizione dell'ESC, che ricorda un film di Ingmar Bergman. E' senza dubbio una delle canzoni più belle di questa edizione: merita un posto nella Five 5 finale.

ISLANDA – Maria Olafsdottir Bionda, ventidueenne, María proviene da esperienze teatrali. Ha spesso collaborato con il gruppo StopWaitGo, che ha scritto il pezzo che la giovane cantante interpreterà a Vienna. Unbrocken (Imbattibile) racconta la storia di una donna che, passo dopo passo, riuscirà a raccogliere i pezzi della propria vita dopo la fine di un amore. Voce di buona estensione ma musicalmento il brano è debole.

SVEZIA- Mans Zelmerlow. Finalmente ce l'ha fatta: dopo più tentativi di vincere il Melodifestivalen, il concorso nazionale che assegna il posto all'ESC, Mans Zelmerlow sarà a Vienna con la canzone Heroes, uno dei brani più interessanti di questa edizione. Come sempre, la Svezia è una della grandi protagoniste della vetrina eurovisiva e anche quest'anno con Mans non sarà da meno; anzi, sarà senz'altro tra le nazioni più votate. Merito di una canzone di qualità per la voce dell'interprete, per la musica, per il testo, e anche per l'impatto scenico con la creazione di un personaggio animato che rappresenta lo stesso Mans adolescente quando fu vittima di bullismo a cui reagì grazie all'aiuto di un compagno-eroe: per un problema di copyright, il personaggio ha subito una piccola modifica: infatto verrà proposto in una versione paffuttela. Con il Volo, Mans è tra i candidati alla vittoria.

SVIZZERA – Melanie René. Nata in una famiglia di musicisti (il padre è originario delle Isole Mauritius, Melanie René è una cantante francofona ma a Vienna ha deciso di cantare il suo brano in inglese, anche perchè studia e lavora in Inghilterra. Ha partecipato a show televisivi nei paesi dell'Est: in Romania è molto conosciuta. Rispetto alla versione con cui ha vinto la selezione elvetica, quella che presenterà all'ESC ha subito alcune modifiche nell'arrangiamento. La canzone “Time to shine” è chiaramente ispirata all'album “Alive” di Jessie J., come più volte ha dichiarato la stessa Melanie.

CIPRO – John Karayannis. Il compositore della canzone “Quello che avrei dovuto fare” è Mike Connaris, che firmò anche il brano che Ciprò presentò nel 2004: entrambe le canzoni propongono un passaggio a cappella. L'interprete e il ventunenne John Karayannis, cipriota ma proiettato verso gli studi musicali che, dopo l'esperienza viennese, frequenterà nella capitale inglese. Non è la prima volta che rappresenta il suo Paese in un concorso canoro: infatti nel 2007 e nel 2008 ha partecipato al Junior Eurovision Song Contest.

SLOVENIA – Maraaya. Ancora un duo in questa edizione dell'ESC. E' nato a Lubiana lo scorso anno; si chiama Maraaya ed è formato dai coniugi Marjetka Vovk e Ales Vovk. Entrambi provengono dalla stessa esperienza musicale iniziata dieci anni fa in una band. Marjetka (1982) ha studiato presso l'Accademia della capitale slovena e insieme ad Ales gestisce una scuola musicale. Ales è stato il compositore del brano che un anno fa Tinkara ha portato a Copenhagen, centrando il traguardo della finale. Il singolo “Lovin' me” ha avuto nel 2014 un discreto successo anche in Italia perchè è stato utilizzato come jingle a “Striscia la notizia” su Canale 5. Il brano che presentano a Vienna - Here for you – è trasmessa anche nelle radio italiane. E' tra le favorite per il passaggio in finale.

POLONIA - Monika Kuszyńska. “In nome dell'amore” è il titolo in italiano del brano che Monika presenterà a Vienna: è stato scritto da lei stessa, mentre il marito Kuba Raczynski è il compositore. Nata a Lodz nel 1980, ha iniziato l'attività di cantante del gruppo Varius Manx, partecipando anche ad alcuni concorsi, come il Festival degli Stati Baltici che ha vinto nel 2001. Un brutto incidente d'auto, avvenuto nel 2006, le ha paralizzato le gambe; ma, dopo una lenta ripresa, nel 2012 fa uscire il suo primo lavoro da solista. Il tema che propone nelle sue canzoni è quello della disabilità: “In nome dell'amore” è il messaggio incoraggiante che Monika vuole estendere a chi è stato toccato dallo stesso problema fisico.





Claudio Casini