sabato 29 settembre 2012

O'Scia. Stasera l'ultima serata.

Per la prima volta, la gente della Pelagie potrà sottoporsi ad importanti e delicati esami diagnostici senza essere costretta a imbarcarsi su traghetti, aerei o elicotteri e lasciare le isole.
E' questo il risultato finale dell'importante lavoro di squadra che O'scia' Onlus ha realizzato insieme alla Nazionale Italiana Cantanti, al gruppo Esaote, al Ministero della Salute e all'Assessorato della Salute Regione Siciliana e che si è concretizzato con la donazione a Lampedusa della prima apparecchiatura per la risonanza magnetica "Whole Body".
Un segno concreto, di grande valenza simbolica ha sottolineato Claudio Baglioni, ideatore e animatore di qusta rassegna di musica e arti per il sociale in Europa – di quello che è il significato autentico e profondo di parole come integrazione, solidarietà e partecipazione.

Per celebrare i dieci anni di Oscia ci sono stati due i momenti importanti: 
il primo, intitolato Passa!, il primo Torneo di calcio giovanile del Mediterraneo, che si è disputato mercoledì 26 settembre alle 14.00, sul campo "Beato Pier Giorgio Frassati" di Lampedusa.
Sono scese in campo quattro squadre di bambini (tra i 10 e i 12 anni); quella dei Rom provenienti da Roma organizzata dall'Associazione Sportiva Dilettantistica Ercolini dell'Aquila, quella di Linosa e le due squadre di Lampedusa organizzate  dall'Associazione Sportiva Dilettantistica Polisportiva Lampedusa Libera e dall'Associazione Sportiva Dilettantistica Sporting Lampedusa.

"Lo sport – ha spiegato Baglioni - somiglia al mare: sembra che divida e invece unisce, ci fa incontrare e conoscere, ci insegna il valore delle regole e la bellezza di giocare insieme. "Passa!" ètutto questo: il simbolo dell'incontro tra bambini di terre diverse, con storie diverse e lingue diverse, ma con lo stesso sogno: l'amore per il pallone e il fascino di giocare insieme la grande partita dell'amicizia";


E poi, naturalmente, la musica: non solo, anche spettacolo. Sono dodici gli artisti che da giovedì 27 settembre a sabato 29 settembre si stanno alternernando sul palco: AlessandraAmoroso, Claudio Baglioni, GigiD'Alessio, PinoDaniele, Pino Insegno, Luciano Ligabue, Litfiba, Fiorella Mannoia, Neri  Marcorè, Giorgio Panariello, Massimo Ranieri e Giuliano Sangiorgi.

Per festeggiarne il decennale è stata prevista una nuova formula: gli artisti interverranno non per brevi partecipazioni ma delizieranno i presenti con veri e propri concerti e spettacoli.

“Nessuno– ha concluso Baglioni - in questi dieci anni, se n'è andato da Lampedusa così com'era arrivato. Non la gente di qui, non le migliaia di amici venuti da fuori, non quanti hanno collaborato all'organizzazione e nemmeno gli artisti. O'scia' è cresciuta ed è cambiata insieme a loro e grazie a loro, e loro sono cresciuti e sono cambiati insieme e grazie ad O'scia' e CiaO'scia' è il nostro modo di dire grazie a tutti per il significato e il valore di questa crescita e per essere stati e continuare ad essere ambasciatori del messaggio di O’scia’ nel mondo".


L
e Poste Italiane, in occasione dei dieci anni della manifestazione, hanno prodotto un annullo filatelico speciale che sarà stampato su tutta la posta spedita da Lampedusa nei giorni della rassegna e da Agrigento dal 30 settembre per un intero mese.

La manifestazione O’Scia’ è sostenuta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Ministro per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione, dalla Presidenza della Regione Siciliana - Dipartimento degli interventi infrastrutturali e Dipartimento degli interventi per la pesca dell’Assessorato regionale delle risorse agricole e alimentaridalla Provincia Regionale di Agrigento, dalla Nazionale Italiana Cantanti e dal Parco delle Madonie.

 
 
Stefano Barsotti