giovedì 18 aprile 2013

Al Folk Studio Live Festival 'Tombeto Centrale' di Lucca

Organizzato nell'ambito di Folk Studio Live, questo progetto no profit e con il patrocinio del Comune di Capannori, nato all'interno dell'Associazione per Lammari, si pone l'obiettivo di promuovere la musica dal vivo come cultura e non come merce e dimostra che il concorso, pensato per valorizzare i gruppi musicali emergenti che propongono musica propria, è stato compreso ed apprezzato dai musicisti stessi.

Le serate saranno aperte al pubblico, con una giuria esclusivamente tecnica composta da musicisti, scrittori, registi di teatro ed esperti di spettacolo. Verranno valutate le esecuzioni musicali ma anche i testi, l'originalità e la spettacolarità delle esibizioni.

A partire dal 23 febbraio, saranno 5 le serate che ospiteranno tutti i concorrenti, che si confronteranno 3 per volta (questo il calendario completo che trovate anche su Facebook all'interno della pagina dedicata).
I 5 gruppi che otterranno il punteggio più alto durante le serate parteciperanno alla finale.


Dopo quelli delle prime 3 serate ( Aghast Insane, Ars Populi, Cold Soffocate, Fuori Forma, 'Kelevra', Il Ritorno di Carla, 'Maneggiare con cura', 'Pagliaccio', 'Scat Plaza', Stato Brado',  X-Ray Life) continuiamo a conoscere meglio, in rigoroso ordine alfabetico, i 3 gruppi che suoneranno nella quarta serata (Kelevra, Pagliaccio, Tombeto Centrale) che si terrà Sabato 20 Aprile presso “Civico 138” a Lammari (Capannori, Lucca); oggi con noi i "Tombeto Centrale" di Lucca.

Prima di tutto qualche parola sul Vs gruppo, line-up e breve bio...
"Line up gruppo è Luca Giannotti - Chitarra e voce, Riccardo Franchi - Batteria, Luca Franchi - Basso.
Su di noi in realtà non c' è molto da dire visto che siamo attivi da poco più di un anno. Il gruppo nasce dalle ceneri di esperienze precedenti dove tutti e tre suonavamo insieme, allora ci chiamavamo Vaudeville e partecipammo con gli unici due inediti al summer giovani 2010 riuscendo ad ottenere come prima uscita un buon piazzamento. A gruppo sciolto ho deciso di creare un progetto tutto mio nel quale potevo scrivere, cantare e suonare quasi indisturbato. Inizialmente ho cercato di coinvolgere solamente Riccardo (batteria) data anche la vicinanza logistica (viviamo nella stessa via-località), dando origine ad un duo alternativo. Abbiamo fatto un paio di uscite e ci siamo subito accorti che la scrittura dei primi brani ci avrebbe portato verso la realizzazione di un progetto un po più tradizionale, ed abbiamo così coinvolto anche Luca (basso), completando così l' attuale line-up. La scelta di soli tre componenti è voluta, abbiamo ridotto il sound al minimo, all' essenziale della musica rock, chitarra, basso e batteria. Abbiamo partecipato a diversi contest locali e non, qualche diretta live in radio, un paio di serate ed ora eccoci qua al mitico FSLF!"

Come mai avete scelto proprio quel nome?
"Il nome secondo me è proprio figo. Tombeto è dove io e Riccardo viviamo, una piccola località collinare di Borgo a Mozzano, centrale invece è un chiaro riferimento ferroviario tipico delle grandi città. Nel nome c'è quindi tutta l' ironia di vivere in una piccolissima realtà come la nostra dove ci conosciamo tutti per nome, la voglia di andare via, di scappare verso lidi più attraenti, ma anche il desiderio di voler restare legati per sempre al fascino delle nostre colline silenziose e pacifiche. Tombeto centrale è il sogno di voler scappare dall' avidità del mondo attraverso la nostra musica, ma il treno è quasi sempre in ritardo..."

Il Vs repertorio a quali generi musicali/artisti si ispira di più?
"Una buona dose di Rock alternativo, grunge e un pizzico di noise. Come artisti di riferimento ce ne sono tanti, per rimanere in patria citiamo i Verdena, Marlene Kuntz, Massimo Volume. Due nomi stranieri su tutti, Radiohead e Nirvana...ma chissà quanti citeranno gli stessi gruppi"


Lucca come sede del Summer Festival; c'è un artista/gruppo con il quale duettereste volentieri tra quelli presenti nel cartellone 2013?
"Solamente i Sigur Ros, anche se siamo un pò distanti dal genere me ne rimaniamo comunque altamente influenzati."

Ed in generale: potete farmi il nome di uno italiano ed uno internazionale?
"I Radiohead preferisco guardameli in mezzo alla folla...credo che suonare insieme ai Verdena possa dar vita ad una serata decisamente interessante."

Perchè la giuria dovrebbe votare per Voi: una occasione unica per farVi uno spot!
"Perchè siamo un gruppo istintivo, suoniamo in un modo sentimentalmente violento e senza guardare troppo per il sottile a tecnicismi inutili e forzati. Suoniamo così perché è quello che siamo e che abbiamo dentro!"


---



Come promesso, oltre a questa serie di interviste, GabbianoNews/LuccaNews e la Musicland Vi offriranno tutti gli articoli e servizi video/audio dedicati alle serate in programma che saranno pubblicati sia sul portale che sul blog ufficiale.


Stefano Barsotti

SOUNDBOOK Vol.XXI

'Grazie perchè' (Gianni Morandi e Amii Stewart, quest'ultima nella foto a fianco nel camerino Teatro del Giglio Lucca) siete davvero in tanti a sfogliare settimanalmente questi nsotri Volumi. In fondo in molti, da sempre ce lo avete chiesto: 'Regalami Un Sorriso' (Drupi) è poi l'obiettivo, il denominatore comune di tutti questi nostri appuntamenti.
'Maybe one day' (Creatures) Ve ne ricordiate: in ogni caso sappiamo che 'Somebody's watching me' (Rockwell) ed allora via al Volume XXI di questa avventura musicale, il terzo dedicato ai successi del 1984. Dopo essere stati proposti in 'Radio' (ga ga, Queen) adesso, grazie ai video prendeno quasi la forma di una 'Fotoromanza' (Gianna Nannini).

E così, 'Time after time' (Cyndi Lauper), magari questa insieme a 'Giulia' (Gianni Togni), alla quale potreste inviarle 'Rose Su Rose' (Mina) completando così l'atmosfera, il 'Colore' (Luca Barbarossa) ed il momento speciale che queste playlist creano.
'Sulla terra io e lei' (Riccardo Cocciante): in fondo in fondo, dite la verità, non avete mai pensato che sia una cosa speciale sapere di esservici?
Ed allora fate una sorpresa alla/al Vs lei/lui in qualunque modi si chiami, magari mentre state 'Dancing in the dark' (Bruce Springsteen) sussurratele/gli nell'orecchio un bel 'ShooBeeDoo' (Madonna) dopo il quale sicuramente arriveranno dei momenti speciali. che segneranno una 'Love Resurrection' (Alison Moyet).
Ma attenti, cari 'Joe Temerario' (Ron) che non siete altro, perchè ci sarà un 'Guardian angel' (Masquerade) che ti terrà d'occhio ed al quale direte, per favore 'No controles' (Olè Olè).

Buon ascolto!



P.S.: questo Volume termina con un 'brano' molto speciale: il concerto di Mike Oldfield che si tenne alla Bussola (Lido di Camaiore - LU) l'8 Settembre del 1984 al quale chi Vi scrive era presente (nella foto sopra a sinistra, il biglietto). 

Stefano Barsotti