sabato 7 maggio 2016

CHE MERAVIGLIA!

"In un mondo quasi privo di valori etici, dove prevale un profondo senso di smarrimento e solitudine, le prime vittime innocenti sono i “bambini”, perciò è essenziale che i bambini possano interrogarsi sul mondo che li circonda fin da piccoli, una educazione al pensiero è necessaria per la loro crescita.
Il progetto 'Che Meraviglia!' attraverso l’Arte, la Poesia e la Musica intende aiutare i bambini a svelare e cogliere l’immenso valore della “Vita” e la sua grande “Bellezza" se vissuta nel Bene, nella Giustizia, nell’Amore…
Con Luce e Speranza sempre accese nei cuori, nei pensieri e nei sogni… A tutti auguriamo di cuore una Vita Buona… Colma di Amore, Armonia, Bellezza e Meraviglia!"

Questo è quanto ha detto Loreta Claudia Siderman, Presidente dell'Associazione Il Mondo dei Bambini, durante la presentazione di questo evento che si terrà nell'Auditorium San Micheletto a Lucca il 9 10 11 12 maggio 2016 alle ore 17.00.

In particolare, saremo impegnati Giovedì 12 quando presenteremo una scaletta pomeridiana che inizierà con il saluto dell’Associazione Il Mondo dei Bambini, seguita dalla  canzone 'Che Meraviglia!' (Musica: Fulvio Pietramala - Parole: Loreta Siderman).
Successivamente verranno presentati  i laboratori artistici realizzati con i bambini delle scuole partecipanti e sarà proiettato il film 'Che Meraviglia è vivere'! ideato da Loreta Siderman con musiche originali di Fulvio Pietramala (con una durata di 15’’ minuti) dedicato a tutti i bambini.

A seguire verrà presentato il CD 'CHE MERAVIGLIA!', una raccolta delle più belle musiche e canzoni create dall’Associazione Il Mondo dei Bambini.

Infine la tanto attesa premiazione del concorso con la presenza di Assessori,Presidente Unicef Comitato Provinciale di Lucca, insegnanti e docenti, pittori che consegnaranno i premi. Il tutto sarà intervallato dal brani tratti dal cd di cui sopra, interpretati live da Martina Russomano.

Le opere vincitrici saranno esposte nel sito dell’Associazione Il Mondo dei Bambini e successivamente esposti in una Mostra presso il Centro Leonardo da Vinci di Milano.

Stefano Barsotti