venerdì 15 novembre 2019

AUTUMN DISCO PROJECT: ascolta la numero 22 andata in onda VE 15 11 1985

Ancora una volta arrivò l'ultimo appuntamento settimanale con le AutumnDiscoPrj 1985 's'intende!".

Ma non arrivò proprio di Giovedì: ascoltando la precisazione fatta immediatamente all'inizio dal DJSTEVEBi scopriamo che quest'ultimo era fuori Lucca e quindi impossibilitato a trasmettere.

Ma recuperammo il giorno successivo (ecco perchè la data nel titolo, esatta, risulta diversa da quella all'interno del nome del file), con scuse inviate a tutti coloro che, pur sintonizzandosi la sera prima, non trovarono la trasmissione.

Ma veniamo alla musica: in the USA dalla 10 fino alla 1 furono ascoltati alcuni brani presenti in quella week a partire appunto dalla n.10 occupata dalla stupenda 'Head Over Hells' firmata Tears For Fears, per non parlare della dolcissima n.2 firmata Whitney Houston.

Il telefono "scottava" e la segretaria 'non ne pole più': così lo speaker prima della hit degli A-ha e delle tre 'Teenagers Club' così, ricordiamo, si chiamavano i 'Tormenti' attuali ovverosia le ns proposte, in quel periodo setimanali.

Tra le dediche e richieste quella di una "brigidina" che dedicava la canzone "ad uno ... chi ha orecchie per intedere...".

Poco prima delle metà del programma un vuoto musicale di diversi secondi nel vero senso della parola: invertiti i cursori...


Una nuova formazione presentata dal DJSTEVEBi nacque in quel periodo, 'The Communards' : capitanata da Jimmy Sommerville, ottennero successivamente un bel successo.

Poi come sempre le ultime 10 posizioni anche dell'altra chart, quella UK (mentre gli altri presenti in radio 'si stanno ubriacando') iniziando dalla n.10 con 'Slave To The Rhythm' di Grace Jones... stupenda!

Alle spalle del DJSTEVEBi, Lina, una girl che veniva spesso a trovare il conduttore radiofonico: una particolarità, la sua risata che ... scopriremo insieme se riuscimmo a mandarla in onda.

Bella la papera sul finale all'interno della presentazione di una potenziale proposta per la settimana 'precedente' ehm ... successiva... firmata comunque Christopher Cross.

Di Claudio Baglioni l'unico brano italiano in scaletta quella sera, dedicato proprio a Lina e ad Antonella estratto dall'album 'La vita è adesso'.
A rischio la vita del DJ e quindi la fine della trasmissione di quella sera vista la presenza delle 2 girls?!


Stefano Barsotti

martedì 12 novembre 2019

AUTUMN DISCO PROJECT: ascolta la numero 21 andata in onda MA 12 11 1985

Tante le news di quella puntata a partire dalla prima song in scaletta, la simpaticissima 'Exitable' firmata dagli Amazulu.

'Basta una telefonata e vincete subito un premio' ... ricordate che era in atto il concorso di cui abbiamo parlato last week... (sotto la foto di alcuni premi ai quali abbiamo voluto aggiungere un microfono di quei tempi).

Un'altro bel brano collegato ad una colonna sonora: ricordate John Parr con 'St Elmo's Fire' . Che la ricordiate o no è assolutamente da riascoltare...

Essendo Martedì erano di scena, oltre le 3 proposte già presentate nella n.20, anche la chart UK dalla 20 alla n.11.
'Queste sono canzoni... altra roba' così commentò lo speaker il + 20 dei Level 42. In classifica in quel periodo anche la stupenda 'Nikita' del mitico Elton John che naturalmente riascoltammo.



Bella la versione remix della hit dei Tears For Fears 'Shout' che fu realizzata in esclusiva per gli USA con un DJSTEVEBi caricatissimo che si divertì ad 'animarla'... così come il singolo di esordio degli 'Arcadia' (parte dei Duran Duran) con Simon Le Bon(bolon), come fu ribattezzato in quel periodo...


Non mancarono nemmeno i saluti alle girls... chi saranno state le destinatarie di questa numero 21? Ascoltare per scoprire...

In chiusura un'altra delle songs più carine di quell'anno: 'nuovo modo di parlare, nuovo modo di fare musica' avevamo deciso di presentarli così. I Modern Talking con 'Chery Chery Lady': do u remebember?

"Aloa!", ciao!

QUI puoi trovare i link a tutte le puntate finora pubblicate.

Stefano Barsotti

Auguri Musicland! 1980 - 2020; 40 anni in un click

La data di oggi è sempre stata molto importante perchè ha segnato, nel 1986, la nascita della Terra della Musica come trasmissione radiofonica (sotto potete riascoltare la numero 1 con, a fianco, la scaletta originale) tagliata e cucita dal DJSTEVEBi.

 

Che era già nato, almeno come nick, soprannome o nome d'arte, si diceva a quel tempo.

Infatti il tutto prese il via ancora 4 anni prima, guarda caso all'inizio di quello che poi la storia musicale racconta essere stato se non in assoluto, almeno uno dei decenni più ricchi di buona 'M'usica, si, quella con la emme maiuscola.

Ed allora insieme a Voi voglio ricominciare proprio da li. 1980. Non avevo radio che mi ospitassero, ero ancora troppo piccolo però con tanti 45 giri (erano quelli che venivano tolti dai juke-box per ricevere gli aggiornamenti) e tanta voglia di fare un qualcosa che stupisse le girls intorno a me ma non solo.

Ed allora prima di tutto iniziai facendo un po di 'prove'. Oltre ai vinili avevo un 'compatto' ovverosia un piatto che a fianco aveva un lettore e registratore di cassette e sotto la radio. Il fatto di avere un solo giradischi fu il primo problema perchè come impiegare il tempo necessario a toglierne uno e mettere il successivo? La 'diretta' (con me stesso) esigeva un qualchecosa che lo occupasse facendo magari anche da sottofondo.

Decisi allora di sfuttare l'unica altra fonte musicale a disposizione, la radio, appunto. Mi sintonizzai su una che trasmetteva tanta musica e pochissima pubblicità (così era molto alta le probabilità di trovare musica e non parole ogni volta che giravo il selettore da 'piatto' a 'radio') e guarda caso fu proprio quella da dove pochi anni dopo andai a trasmettere.

"Un programma di matti" dalle antenne di RACC dicevo nella 'sigla', proprio la Radio di cui sopra. La posizione era quella nella foto a fianco, praticamente davanti all'impianto che il caro amico Luca G. mi metteva a disposizione. Praticamente fu lui a spingermi ad iniziare a presentare i 45 e 33 giri in alcuni casi realizzando contemporaneamente una scaletta da utilizzare per le famose festine che venivano fatte nelle case di ciascuno di noi.

Erano praticamente dei pomeriggi passati chiacchierando sopra le canzoni che andavano e ci piacevano di più abbinate a saluti e dediche e tanti 'versi'.

Ogni tanto sentirete parlare di 'lucina rossa': era quella della piastra di registrazione AIWA che semplicemente avvertiva che i volumi erano troppo alti e che la registrazione sarebbe andata in distorsione.

Sotto, proprio una delle prime avventure di quasi 40 anni fa che sono riuscito a recuperare e che potete riascoltare.



Fu la mia palestra personale che mi permise di allenarmi tanto fino ad iniziare a registrare tapes nelle quali presentavo e dedicavo le canzoni preferite dalla mia amiche ed amici.
E per loro era un grande regalo perchè non c'era internet, non c'erano mp3, nemmeno la possibilità di scaricarle. Se ti piaceva una canzone o compravi il 45 giri (che non costava poco) o l'album (che costava chiaramente di più) oppure la richiedevi alle radio che te lo permettevano e poi le registravi sperando che lo speaker/dj non ci parlasse sopra. Quindi avere cassette con le songs preferite era davvero un grande regalo. 
Come quello che trovarono nel loro uovo di Pasqua 1982, in un programma ideato appositamente per quell'occasione che infatti prese il nome di "Easter Dedication" che potete riascoltare sotto.




Il passo successivo fu iniziare a 'costruire' un impianto stereo prendendo il meglio di ogni componente (o almeno di quanto uno poteva permettersi di avere). Come potete vedere nella foto a fianco, si passa da un equalizzatore Sony ad un ampli Hitachi, piastra e piatto Technics.

Nel 1984 iniziò la radio con, grazie a Mariano G. e Giulio D., una breve presenza sulle frequenze di Trasmissioni Radio Capannori (sotto).



Nel 1984 iniziò quella continuativa e che la maggior parte di voi conosce ormai molto bene; la prima fu Radio Antenna Centro Città (1984 - 1990), poi Radio Lucca (fino al 1993) e a seguire Radio 2000 (1993 - 2013, nella foto a fianco).

Dopo una brave pausa, inizia la Musicland 2.0 con il passaggio dall'FM ad internet, con la trasmissione che è andata in onda prima su QUI Radio (dal 23.03 - 30.06 2014 - sotto, l'esordio) ...



... per poi navigare su One Nation Under the Groove Music Station (08.10.2015 - 29.06.2017 - sotto, dopo un montaggio che raccoglie gli articoli che vennero pubblicati per l'occasione, la prima di questa nuova e, almeno per ora, ultima serie).





Ed ora?

In occasione del 33° compleanno, una proposta è in cantiere, quindi da valutare, considerare ed eventualmente accettare.

Saty Tuned!

Stefano Barsotti

lunedì 11 novembre 2019

AUTUMN DISCO PROJECT: ascolta la numero 20 andata in onda LU 11 11 1985

Come vola e volava il tempo. Eravamo già arrivati così alla numero 20 (twenty) puntualmente come sempre ricordato in sigla, "per la cronaca e per l'archivio".

Quello che ci sta permettendo in questi giorni di vivere ancora una volta tutte le emozioni vissute così tanto tempo fà.

'Every time you go away' potrebbe sembrare un titolo dedicato a ciascuna di queste puntate: lo è ma è anche il titolo del brano (in versione live) che dette il via ai tre appuntamenti settimanali con this program: proposta però da colui che la scrisse ovverosia Daryl Hall.

Ma il ritmo arrivò immediatamente subito dopo grazie agli ABC con 'Be near me', nel tempo dimenticata ma non per questo non da riascoltare.

Altra chicca fu quella seguente: ne abbiamo parlato all'interno delle ultime MLnews ricordando l'uscita del prossimo album per Mike Oldfield. In riferimento ad alcuni dei suoi più grandi successi commerciali come  'To France', 'Moolight Shadow' ecc... Vi avevamo ricordato la voce femminile presente in queste hits: Maggie Reilly che in quell'anno realizzò 'Mistake'. E riascoltarla non lo sarà assolutamente.


A seguire la dolcezza del grande Stevie Wonder con la bellissima 'Overjoyed' che precedette le tre 3 proposte settimanali 'in via di apparizione'.
Era lunedì, quindi nuove di zecca e firmate Prefab Sprout (in una delle nostre previews avevamo parlato anche di loro, ritornati dagli '80s).
La seconda invece proposta dai Miami Sound Machine quando ancora come lead vocal avevano quella di Gloria Estefan (anche questa assolutamente da riascoltare, dolcissima, stupenda). Infine come terza ed ultima proposta il DJSTEVEBi scelse il 45 giri inciso da George Michael insieme alla David Austin Band.

Con le prime 10 posizioni (dalla 30 alla 21) della chart UK continuò questa numero 20: che dirVi?! Anche qua solo da (ri)ascoltare così come i brani che le seguirono.

In particolare le 'pazzie' dello speaker sul singolo dei Baltimora 'Woody Boogie'...

QUI puoi trovare i link a tutte le puntate finora pubblicate.

Stefano Barsotti

giovedì 7 novembre 2019

AUTUMN DISCO PROJECT: ascolta la numero 19 andata in onda GI 07 11 1985

Una numero 19 iniziata con un ritmo incredibile firmato Martinelli con 'Viva Viva' sul quale il DJSTEVEBi partì davvero anche con un volume altissimo dopo poco riadattato per cantarci sopra il proprio nome d'arte.

Il concorso continuò anche con un bel 1, 2, 3, 4, quello all'inizio del singolo di Blondie (Debbie Harry) 'Feel the spin' prodotto dallo stesso produttore che lanciò Madonna con 'Holiday'.

La chart di turno era quella USA e presentò un +2 fino alla numero 2 per la 'propostina' firmata DJSTEVEBi: Whitney Houston con la stupenda 'Saving all my love x u'. Insomma non ci siamo mai fatti mancar nulla, vero?!

Così come la n.1, altra nostra ex proposta, firmata A-ha dei quali abbiamo parlato ieri nella 18, con 'Take on me'.

Fabiola dedicò allo speaker un'altra proposta di quell'estate da poco passata: Kenny loggings 'Forever' che anticipò le ultime 10 posizioni della UK TOP 30 che in quel periodo fu capitanata da... ascoltalo qua sotto ;)


In chiusura dopo la dolcezza degli 'Heart', quella dei 'Motels' ed altri brani assolutamente da riascoltare, arrivò proprio il brano sopra ricordato firmato Maddy, Madonna sul quale lo speaker salutò anche e come sempre tutti gli amici all'ascolto delle repliche...

'Statemi good e ... aloa! (e poi preso in giro da... ah ah ah!)




Stefano Barsotti